Aeroportuale

Il settore aeroportuale rappresenta un ambito strategico dell’economia italiana, con un’incidenza sul PIL del 3,6%.
Nel periodo 2014-2019 il traffico aereo è stato protagonista di una crescita ininterrotta, con performance particolarmente positive del traffico passeggeri, mentre si assiste ad una contrazione del trasporto merci. I passeggeri transitati dagli scali italiani nel corso del 2019 hanno raggiunto i 193,1 milioni , con un incremento di circa il 4% rispetto al 2018. Sebbene la crescita fatta registrare nel 2019 sia inferiore a quella dell’anno precedente (+6%), si inserisce in un trend ampiamente positivo che prosegue dal 2014. Al sostegno della crescita ha contribuito in modo rilevante il traffico internazionale, che rappresenta oltre il 65% del totale, mentre il traffico nazionale è sostanzialmente stabile, facendo registrare un modesto progresso dello 0,7%.
Il traffico cargo registra invece una flessione di circa il 3% nel 2019, confermando una tendenza negativa iniziata nel 2018.
Nel 2019 l’intero settore sembra scontare un rallentamento, riconducibile sia alla crisi economica, sia a tensioni geopolitiche, oltre che ad una marcata concorrenza degli scali dell’area mediterranea. La legge di bilancio 2020 ha introdotto per il triennio 2019, 2020 e 2021, una maggiorazione dell’aliquota IRES del 3,5% a carico dei concessionari aeroportuali, che rischia di costituire un ulteriore freno allo sviluppo del settore.

Il nostro valore aggiunto

  • ACB nel settore aeroportuale
ACB è rappresentata nelle città dove sono presenti i principali aeroporti italiani: Roma, Milano, Bergamo, Venezia, Napoli, Catania, Bologna e Palermo, ed è accanto ai concessionari aeroportuali e alle altre società dell’indotto. In un contesto sempre più competitivo a livello globale, risulta un fattore di successo la capacità delle aziende del settore di fornire elevati standard qualitativi in termini di sicurezza, affidabilità e qualità del servizio. I gestori aeroportuali sono pertanto chiamati ad effettuare significativi investimenti in infrastrutture finalizzati all’adeguamento degli scali nazionali ai migliori livelli europei ed internazionali, anche per soddisfare le nuove e specifiche esigenze dei passeggeri internazionali. Gli aeroporti non rappresentano più un semplice luogo di transito, ma degli spazi dove il passeggero può soddisfare molteplici esigenze personali. Si trovano pertanto negozi, ristoranti e centri per la persona, che possono beneficiare di un bacino d’utenza di milioni di passeggieri, a fronte della corresponsione di onerose royalties in favore dei concessionari. La quota dei ricavi di questi ultimi dipende sempre meno dall’attività aviation, mentre le gestioni accessorie assumono un peso sempre maggiore, essendo oltretutto connesse ad una marginalità più elevata. La continua ricerca di intercettare le esigenze dei passeggeri ha portato gli aeroporti ad offrire ogni tipo di servizio: parcheggi, sale vip, assistenze personali, fast track, servizi alla persona, bar, ristoranti e negozi, in uno scenario sempre mutevole e caratterizzato da forte dinamismo. Gli Studi ACB specializzatisi nel settore operano sia a supporto di primari operatori aeroportuali sia delle società di handling, oltre che per le società dell’indotto. Si confrontano pertanto costantemente con le problematiche di tipo societario, contrattuale e tributario, che vedono sovente la presenza di controparti estere. Le esigenze della clientela degli Studi ACB richiedono pertanto un aggiornamento costante e approfondito dell’evoluzione delle normative di settore, oltre che di tutti gli ambiti di attività connesse, al fine di fornire risposte tempestive ed esaurienti in un contesto mutevole e dinamico.

Designed by Digiway Srl - Powered by HCL Domino