Studi e Ricerche

Articoli

Piani di risanamento, le linee guida dei commercialisti
di Paolo Rinaldi

Oct 16, 2020

Articolo su Il Sole 24 Ore Norme e Tributi del 15.10.2020

Temi Specifici

Paolo Rinaldi, socio dello Studio Rinaldi e Associati - Studio ACB Member di Modena, in questo articolo pubblicato nella sezione Norme e Tributi del Quotidiano Il Sole 24 Ore del 15 ottobre, commenta gli elementi salienti della revisione operata dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti sui principi di attestazione dei piani di risanamento. Nel documento revisionato i principi di attestazione si coordinano pienamente con quelli di predisposizione dei piani di risanamento, rilasciati dallo stesso Cndcec nel 2017 e si introducono alcuni elementi di chiarimento in relazione alla pandemia da virus Covid 19, stabilendo che si tratta di un'eccezione alle usuali cause di crisi di impresa e prevedendo che durante l’emergenza post-Covid si possa adottare un’estensione dell’orizzonte temporale anche oltre il quinto anno, che solitamente costituisce il limite massimo di durata dei piani e delle attestazioni. Sono inoltre presenti alcuni interventi di particolare rilievo come la possibilità di negoziare limitazioni della responsabilità verso la committenza nella lettera di incarico e sono meglio precisati i concetti e criteri di indipendenza, adeguatezza della struttura e dei tempi di lavoro all’incarico, nomina degli esperti e dei periti, capacità del piano di prestarsi ad una fase di monitoraggio, valutazione delle azioni risarcitorie e recuperatorie esperibili. L'intervento del Cndcec rappresenta una prima fase di revisione dei principi di attestazione, cui dovrà seguire dopo l'entrata in vigore nel 2021 del Codice della Crisi, un adeguamento dei principi di attestazione e di redazione dei piani di risanamento.

Designed by Digiway Srl - Powered by HCL Domino